Un simulatore per Risonanza Magnetica, un progetto realizzato dal Centro Potito e finanziato
dalla Regione Molise

siverim foto

Il Centro Radiologico Potito ha proposto e realizzato un progetto chiamato Siverim ( Simulatore/Abituatore Virtuale) finanziato col supporto del POR FESR FSE MOLISE 2014-2020; Azione 1.1.1. Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi – CUP D33D18000360007, che ha coinvolto fornitori di specifiche competenze e know how tra cui il Dipartimento di Medicina e Salute (DiMeS) dell’Università degli Studi del Molise, la società SpinVector e la Arguzia S.r.l.

Nel campo della diagnostica per immagini, il Centro Potito vanta esperienza da oltre 70 anni e un’attenzione particolare alla tecnologia e all’innovazione per offrire un servizio completo accurato e di alta qualità.

L’obiettivo del progetto nasce da un’idea del dott. Potito Francesco che avendo sperimentato con la collaborazione avviata con la Spinvector spa, la validità e la robustezza della tecnologia, ha saputo vedere in questo nuovo mezzo la soluzione al problema della scarsa conoscenza e familiarità dei pazienti con i macchinari per la RM.

E’ stato la realizzato un Simulatore/Abituatore Virtuale (SIVERIM) per Risonanza Magnetica che sfrutta le tecnologie della Realtà Virtuale per simulare l’esperienza del medesimo esame diagnostico al fine di permettere al paziente di acquisire un livello di confidenza tale da superare eventuali claustrofobie o fobie associate.

Abbiamo sfruttato la realtà virtuale per ridurre drasticamente o addirittura eliminare l’ansia del paziente dovuta alla scarsa conoscenza dell’esame diagnostico.

Inoltre la possibilità di ripetere la simulazione della risonanza magnetica con vari gradi di realismo e in più momenti antecedenti all’esame farà in modo che il paziente si abituerà all’evento ed arriverà al giorno della risonanza rilassato e completamente consapevole e preparato a ciò che accadrà.

 

eurep itareg molisepor